A seguito del decreto del Ministero della Salute e del DPCM 22 marzo 2020, sono sorti molti dubbi riguardo la possibilità di spostamenti al di fuori del proprio comune, in particolare per recarsi presso i supermercati dei comuni limitrofi.

Oggi nel sito del governo sono usciti i chiarimenti in merito a questo e ad altri dubbi.

Le risposte sono disponibili a questo indirizzo: http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278?gclid=EAIaIQobChMI4K3jm8aw6AIVR9reCh1PdQJlEAAYASAAEgJaQvD_BwE

In merito alla domanda se sia obbligatorio fare la spesa solo nel proprio comune la risposta è:

No, ma si deve fare la spesa nel posto più vicino possibile a casa o, per chi non lavora a casa, al luogo di lavoro. Infatti, gli spostamenti devono essere limitati allo stretto necessario sia tra Comuni limitrofi che all'interno dello stesso Comune. In ogni caso, si deve sempre rispettare rigorosamente la distanza tra le persone negli spostamenti, così come all'entrata, all'uscita e all'interno dei punti vendita. Per questa ragione la spesa è fatta di regola nel proprio Comune, dal momento che questo dovrebbe garantire la riduzione degli spostamenti al minimo indispensabile. Qualora ciò non sia possibile (ad esempio perché il Comune non ha punti vendita), o sia necessario acquistare con urgenza un bene non reperibile nel Comune di residenza o domicilio, o, ancora, il punto vendita più vicino a casa propria si trovi effettivamente nel Comune limitrofo, lo spostamento è consentito solo entro tali stretti limiti, che dovranno essere autocertificati.

Questa mattina abbiamo anche inviato una richiesta scritta alla Prefettura e al Comando dei Carabinieri chiedeno se, vista l'assenza di supermercati nel paese, sia possibile o meno lo spostamento verso i comuni limitrofi.

Visto il chiarimento del Governo riteniamo che:

  • per quanto possibile sia preferibile riformirsi presso i negozi del paese anche approfittando della spesa a domicilio prevista da tutti gli esercenti.
  • sia consentito andare ai supermercati nei comuni vicini rispettando tutte le prescrizioni (autocertificazione, una sola persona per famiglia, mantenimento delle distanze) e facendo una spesa quantomeno settimanale.

Riguardo al mercato del mercoledì, nonostante le forti restrizioni previste dall'ordinanza della Regione Piemonte, questo mercoledì si svolferà regolarmente (vedremo per le settimane successive). Tuttavia, verranno posizionate delle transenne per regolamentare l'affluenza agli esercenti. Si avvisa che, se si dovessero riscontrare assembramenti o mancanza di rispetto della distanza minima di un metro tra le persone, il mercato sarà immediatamente sospeso.