Gli elettori temporaneamente residenti all'estero per un periodo minimo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione referendaria, possono richiedere al comune di residenza di esprimere il loro voto all'estero.

L'opzione potrà pervenire al comune per posta, o per posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall'interessato, anche se l'interessato non si trovi all'estero al momento della domanda stessa, purché il periodo previsto e dichiarato di temporanea residenza comprenda la data stabilita per la votazione.

Tale richiesta deve pervenire entro la data dell'11 maggio 2022 compilando l'apposito modello di opzione e allegando un documento d'identità personale.

 

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per avere ulteriori notizie sui coockie e sulla nostra privacy policy clicca il link privacy policy.

  Accetto i coockie su questo sito.
EU Cookie Directive Module Information