Si informa che, per affrontare il problema sempre più diffuso della zanzara tigre, è stata organizzata una riunione informativa il 17 Giugno 2016 alle ore 21:00 presso l'Ecomuseo di Corso Centrale con la partecipazione del Dott. Sergio Graziano, Referente Tecnico Scientifico per il progetto regionale (LR 75/95) di lotta biologica alle zanzare per i comuni di Montalto Dora, Ivrea, Banchette d'Ivrea, Burolo, Chiaverano, Cascinette d'Ivrea e Pavone Canavese.

La Zanzara Tigre è originaria del sud est Asiatico, che negli ultimi 35 anni si è diffusa un po' in tutto il mondo. La comparsa in Italia è nel 1990 presumibilmente dall'importazione di pneumatici dagli USA e Giappone, poi via via si è diffusa in tutto il territorio nazionale.

La Zanzara Tigre ha una colorazione caratteristica, nera con puntinatura bianca su zampe e addome, vive mediamente per 40-60 giorni e nel corso della vita la femmina punge l'uomo 6-7 volte per cibarsi del sangue che è necessario per la maturazione delle uova, 40-80 per volta per un totale di 350-450 per individuo.

L'ovodeposizione avviene prevalentemente in luoghi con poca acqua stagnante, quindi ricca di materiale in decomposizione (sottovasi, vasche d'acqua negli orti, innaffiatoi con acqua, ecc.) inoltre la schiusa avviene con temperature sopra i 10-12 °C pertanto potenzialmente in tutto il periodo che va da Aprile a Ottobre.

Nell'areale di Ivrea questa zanzara ha fatto la sua comparsa nel 2011 e dai monitoraggi eseguiti dal Dott. Sergio Graziano mostrano un significativo aumento della popolazione facendo i rilievi con ovitrappole nei comuni di Ivrea, Montalto, Banchette, Burolo, Cascinette e Pavone.

Nel mese di Luglio 2007 il Ministero della Salute Italiano ha diramato un comunicato che conferma un'epidemia di Chikungunya (virus che da infiammazioni articolari dolorose), la prima in suolo Europeo, nei paesi di Castiglione di Cervia, Castiglione di Ravenna e Bordighera; 130 casi accertati di cui un decesso.

Questa malattia può essere trasmessa dalla Zanzara Tigre se ha precedentemente punto una persona infetta. Si ricorda inoltre che le zanzare sono state responsabili della diffusione del virus della "Febbre del Nilo" nel 2008 in Veneto, Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia, nel 2011 in Sardegna e quest'anno nella zona di Lodi.

A fronte di tutto ciò, per poter discutere di questa zanzara nella serata organizzata per il 17 Giugno 2016 alle ore 21:00 presso l'Ecomuseo, il relatore spiegherà il ciclo di sviluppo e i metodi più semplici di prevenzione della zanzara tigre nelle nostre case, orti e giardini.

L'incontro si concluderà con un dibattito aperto a tutti i partecipanti.

Partecipate numerosi e diffondete il più possibile.

zanzara

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per avere ulteriori notizie sui coockie e sulla nostra privacy policy clicca il link privacy policy.

  Accetto i coockie su questo sito.
EU Cookie Directive Module Information